Vuoi esportare? Il TEM Top Solutions segue i tuoi progetti per l’estero!

tem top solutions exportTra le iniziative del governo volte ad incentivare le aziende italiane che intendono consolidare o allargare il proprio business nei mercati esteri attraverso i TEM – Temporary Export Manager – troviamo il voucher per l’internazionalizzazione gestito da Invitalia, disciplinato dal DM nr. 3623/1544 del 18 agosto 2020; e dal DM 11 marzo 2021.

Per l’utilizzo di un professionista TEM con competenze digitali, certificato su tutto il territorio nazionale, che segua direttamente l’Azienda nel processo di internazionalizzazione oppure per affiancare l’export manager interno, possiamo evidenziare il ruolo della Top Solutions di Alessandro Addari: https://www.topsolutions.it impegnata in questo ambito con competenza ed esperienza pluridecennale.

Condizioni per ricevere il voucher

Il voucher è diretto sia alle reti che alle micro e piccole imprese e può essere richiesto dalle MPI manifatturiere con codice ATECO “C”.
Il Decreto prevede che ai fini della concessione e dell’erogazione del contributo in conto capitale, l’impresa si serva di prestazioni consulenziali da parte di professionisti specializzati – i Temporary Export Manager (TEM) con competenze digitali – e sono finalizzate ai seguenti sostegni:
1. Analisi delle potenzialità commerciali dell’azienda ai fini della compatibilità del proprio ingresso in uno o più mercati esteri identificati;
2. Individuazione e acquisizione di nuovi clienti o la sottoscrizione di accordi di collaborazione con partners esteri;
3. Assistenza nella contrattualistica dell’internazionalizzazione;
4. Supporto per consentire la presenza dei prodotti italiani nelle piattaforme di e-commerce;
5. Lavorare sulle strategie di web marketing e di advertising on line;
6. Gestione evoluta dei flussi logistici nell’ottica continua di soddisfazione del cliente.

Quanto spetta alle aziende beneficiarie

Il contributo è concesso in regime “de minimis”:
20.000 Euro alle micro e piccole imprese a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore, al netto dell’Iva, a 30.000 Euro
40.000 Euro alle reti a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore, al netto dell’Iva, a 60.000 euro
È possibile ricevere un contributo aggiuntivo di 10.000 Euro se si raggiungono i seguenti risultati sui volumi di vendita all’estero:
• incremento di almeno il 15% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri registrato nell’esercizio 2022, rispetto allo stesso volume d’affari registrato nell’esercizio 2021
• incidenza – nell’esercizio 2022 – almeno pari al 6% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri sul totale del volume d’affari. L’azienda beneficiaria già può richiedere entro il 31 dicembre 2021 un acconto sull’erogazione di € 10.000.
Quindi, i soggetti beneficiari devono aver sostenuto delle spese a titolo di compenso a fronte di prestazioni di consulenza manageriale che producono i vantaggi appena citati.
Il termine per la presentazione delle domande di contributo – inizialmente fissato al 15 aprile 2021 – è prorogato fino ad esaurimento delle risorse disponibili e sarà pubblicato dal Ministero sull’apposita pagina dedicata del sito Invitalia.

Chi sono i TEM certificati?

I TEM certificati hanno svolto attività per conto delle imprese clienti con esiti positivi attestati dal Ministero. Sono iscritte nell’apposito elenco e nella loro attività di affiancamento alle imprese devono aver conseguito una significativa esperienza in tema di:
• distribuzione di beni e servizi nei mercati esteri;
• partecipazione a fiere e ad eventi anche virtuali;
• strumenti di logistica;
• analisi della concorrenza ed e-commerce;
• cataloghi digitali e utilizzo di influencers on line;
• sviluppo accordi e rapporti con partners esteri.

Rendicontazione ed erogazione del contributo

Invitalia eroga i contributi in un’unica soluzione a seguito della presentazione dei soggetti beneficiari di una richiesta di erogazione dalle ore 10:00 del 1 giugno 2022 al 15 dicembre 2022, contenente:
• Copia del contratto di consulenza;
• Fatture elettroniche relative ai servizi ricevuti;
• Relazione sulle attività svolte e risultati raggiunti;
Se Invitalia non riscontra inesattezze, entro 90 giorni il soggetto beneficiario riceve l’erogazione.
I soggetti a cui è stato concesso il contributo aggiuntivo, invece, devono presentare la richiesta di erogazione dalle ore 10:00 del 2 maggio 2023 al 30 giugno 2023 che dimostrano gli incrementi percentuali nell’esercizio 2022.

Share

Share this post