Startup e atteggiamenti di successo dell’imprenditore

Flessibilità, consapevolezza, innovazione e passione: la forza del neo imprenditore

Una questione pressante per ogni imprenditore soprattutto se alle prime armi è sapere se la sua azienda funzionerà. La maggior parte delle opinioni a tale riguardo sono unanimi su un punto: il principale fattore di successo sono le persone e quindi chi dirige l’azienda. E a quanto sembra, il fallimento di una gestione può riguardare un giovane di 25 anni così come un esperto quarantacinquenne.

Gli elementi meno tangibili che caratterizzano le migliori start up e che attengono la personalità dell’imprenditore sono:

1. Essere flessibili. Sempre. Ciò comprende la capacità di variare i propri obiettivi ma anche la possibilità di rimettersi in discussione di volta in volta, se possibile rovesciando completamente i propri piani.

2. Circondarsi di collaboratori validi. La scelta di coinvolgere qualcuno nella propria attività che sia molto intelligente è sempre un buon consiglio. Altrettanto lo è avvalersi di nuove persone che lavorano più duramente dello stesso imprenditore perché amano il suo progetto e lo condividono.

3. Imprenditore, conosci te stesso! Ogni buon imprenditore che è consapevole di sé e delle proprie debolezze, crea una squadra che non lascia responsabilmente “spazi vuoti”.

4. Volontà di ristrutturare la tua squadra. Il team può e deve cambiare a mano a mano che l’azienda cresce. Ciascuna fase della vita dell’azienda può avere bisogno di persone diverse laddove è necessario appropriarsi di competenze nuove.

5. La fiducia del cliente. Una start up creerà un prodotto per un primo gruppo di clienti che la amano. A mano a mano che dell’azienda cresce potrebbe riscontrare che il resto del mondo la odia. Una scelta intelligente a questo punto è tenerne conto apportando delle variazioni al prodotto o ripensando il target di mercato.

6. Avere un po’ di delirante passione, che non ha niente a che fare con il denaro. Gli imprenditori veri non sono guidati solo dal denaro ma anche da un pizzico di sana follìa e di creatività che saranno la barriera più forte contro i rischi di crisi e gli imprevisti.

Share


Giornalista, esperto in comunicazione, formatore HR - fondatore ed editore di yourenterprise.net

Condividi questo articolo

Articoli Correlati

Leave a Reply

© 2017 Mario Massarotti – Blog. All rights reserved. Site Admin · Entries RSS · Comments RSS
Powered by WordPress · Designed by Theme Junkie