Inbound marketing, quali contenuti attraggono i clienti on line

Inbound marketing

L’inbound marketing è la strategia di attrazione dei clienti basata sulla pubblicazione di contenuti interessanti

Si parla di inbound marketing quando il vostro brand fornisce contenuti interessanti per attrarre l’audience del pubblico. Nel momento in cui quest’ultimo si avvicina a conoscere il vostro prodotto, sia pure per acquisire delle semplici informazioni, diventa potenziale cliente.

L’inbound marketer si avvale dei seguenti strumenti essenziali:

– contenuti: testi, immagini, video, audio;
– strategie di posizionamento SEO;
– i canali social (Facebook, Twitter, G+, Youtube Etc.);
– il DEM: direct email marketing;
– la SEM.

La vetrina on line più importante per l’azienda è il proprio sito web. E’ importante capire come il cliente lo ha conosciuto. Una corretta progettazione e impostazione saranno vitali per convertire l’interesse del consumatore in acquisto.

Quali sono gli elementi della comunicazione che spingono le persone a passare dallo status di potenziali clienti ad acquirenti veri e propri?

Inoltre, quali argomenti leggono, quali link cliccano, dove si soffermano di più? Uno dei vantaggi dell’inbound marketing sta proprio nella possibilità di tracciare una reportistica delle risposte a tutte queste domande, in modo tale che l’azienda riesca a correggere il tiro e ad essere performante sul mercato.

Quali sono dunque le 6 componenti dell’inbound marketing che l’imprenditore è tenuto a conoscere se vuol far crescere il proprio business?

1. IL DIFFERENZIALE DELLA VOSTRA ESPERIENZA
Nell’inbound marketing è importante il contenuto, o per meglio dire, la vostra intelligenza e la vostra esperienza nel campo che vi appartiene. Non stiamo parlando del semplice click su un banner o della pubblicità martellante on line che offline.

Se saprete parlare di voi e costruire la vostra brand identity, chi vi conoscerà saprà esattamente distinguere tra la qualità che vi è propria e le chiacchiere degli altri.

Potremmo dire che il marketing inbound si concentra sulla larghezza del vostro cervello, non sulla larghezza del vostro portafoglio, e gli imprenditori hanno un patrimonio di idee senza eguali che possono rappresentare i germi di grandi risultati.

2. CONTENUTI IN GRADO DI “ROMPERE IL DISORDINE”
L’obiettivo è spiccare dalla massa, dalla presenza indifferenziata di miliardi di altri contenuti. Il vostro deve educare, ispirare e intrattenere il pubblico.

Non siate ostinati a vantare il vostro brand e a vendere troppo presto i vostri prodotti. Provate ad innescare un dialogo interessante, a promuovere discussioni costruttive.

3. IL TOCCO UMANO DEL SITO WEB
Chiunque progetti il proprio sito o blog pensa innanzitutto a come colpire la massa e a come distinguersi dalla concorrenza.

Non dimentichiamo che l’esigenza dell’essere umano di ricevere calore e rassicurazione si espande anche nel web, pertanto l’ideale è attribuire alle proprie pagine un tocco umano.

Pensate al proprio target come individualità con bisogni, aspettative, speranze, sogni, esigenze peculiari in base al target cui vi riferite e al prodotto che intendete far conoscere.

4. INVITO ALL’AZIONE!
E’ necessario, secondo le regole dell’usabilità, che il vostro sito sia ottimizzato massimamente per l’azione, ovvero per spingere l’utente ad interessarsi sempre di più ai vostri contenuti per soddisfare le proprie esigenze.

Il vostro blog dovrebbe contenere per esempio specifici riferimenti ad approfondire il tema con articoli correlati oppure dare la possibilità di conoscere chi sono i vostri partner nelle attività di co-marketing.

5. APRITE LE PORTE VISIVE AI VISITATORI!
La durata media dell’attenzione che un utente presta verso un post è di appena 8 secondi. Vale a dire che se il post è noioso e insignificante, al nono secondo la sua attenzione è già altrove. Se riempite le vostre pagine di decine di migliaia di parole per descrivere il vostro fantastico prodotto, le probabilità di renderlo interessante saranno ridotte al minimo.

Cosa fare per stare fuori dal coro? Curare la parte grafica e delle immagini. Ogni impatto visivo potrebbe dire molto di più rispetto a 10.000 parole!

Non importa quale programma utilizzerete o quale esperto designer vi assisterà, l’importante è che iniziate ad attribuire la giusta importanza a questo aspetto fondamentale della comunicazione.

6. LE VIRTU’ DELLA SEMPLICITA’
Nella gestione dei contenuti è importante non strafare e non essere prolissi. Il messaggio deve presentare il succo del discorso sin dalle prime righe.

Anche il design richiede lo stesso trattamento. Gli effetti speciali lasciamoli al mondo del cinema! Il contenitore grafico ideale si presenta pulito con buon gusto e buon senso nella scelta di font, colori e figure.

Ogni principio sin qui enunciato vale sia per un sito web tradizionale sia per le pagine social che contribuiranno ad arricchire la vostra immagine, la reputazione e l’attrazione del prodotto.

 

 

Share


Giornalista, esperto in comunicazione, formatore HR - fondatore ed editore di yourenterprise.net

Condividi questo articolo

Articoli Recenti

Leave a Reply

© 2017 Mario Massarotti – Blog. All rights reserved. Site Admin · Entries RSS · Comments RSS
Powered by WordPress · Designed by Theme Junkie