Giovani qualificati: come trovare un lavoro?

Il futuro professionale dei giovani si basa sul valori dei servizi che apportano

Il futuro professionale dei giovani si basa sul valori dei servizi che apportano con la propria attività

Prima di comprendere cosa significa il mondo del lavoro, come trovare un’occupazione che risponda alle proprie passioni e quale professione o settore imprenditoriale abbracciare, devi chiederti se sei una persona sufficientemente intraprendente per poterti mettere in proprio oppure la tua inclinazione è per eseguire normalmente dei compiti alle dipendenze di altri, senza nulla togliere alla validità di quest’ultima opzione.

Accade assai frequentemente che posti di lavoro in apparenza eccellenti lascino totalmente insoddisfatti chi li occupa mentre impieghi più semplici e con retribuzioni meno allettanti riempiano anima e cuore di chi li svolge. Il fenomeno obbedisce a diverse cause, una delle quali ci sembra essere la capacità dei ragazzi di mettere loro stessi “al centro” delle proprie scelte, anziché “obbedire” a quelle altrui e di presunti “capi”.

Se scegli “chi essere” e quindi “cosa fare” e conseguentemente applichi passione in ciò che fai, non lavorerai un giorno della tua vita pur essendo occupato 12 ore su 24. Beninteso, la passione è un elemento a sé. La persona responsabile e creativa può appassionarsi anche indipendentemente dalla missione che sente a lui prossima e condurre una vita professionale ugualmente appagante anche laddove sembra difficile.

Quindi ci sono due consigli che intanto ci sentiamo di fornirti, il primo è che devi capire esattamente come costruire con piacere la tua vita in generale, senza trascurare le tue passioni e le tue abilità. Gli interessi lavorativi dovrebbero idealmente corrispondere ad “un hobby svolto per adeguarsi ai meccanismi economici“.

Cosa significa questo? Il denaro non deve motivare la gestione lavorativa della nostra vita ma semmai deve essere l’ovvia conseguenza dello sviluppo di una idea o di una passione per la quale si lavorerebbe anche senza ricevere nessuna retribuzione. Superata questa prova, siamo bravi da un punto di vista operativo e quindi riusciamo a metterci alla prova sul piano imprenditoriale .

L’impresa è in ogni caso un’evoluzione più strutturata ed intelligente di un’attività professionale o artigianale. Essa presuppone un tipo di gestione idonea a garantire la massima resa con il minor costo possibile e perché ciò sia possibile bisogna essere consapevoli delle proprie capacità, risorse e possibilità dettate dal mercato di riferimento.

Se parti da questi presupposti sei a cavallo sin da ora e svolgendo con responsabilità ed etica i tuoi compiti potrai arrivare molto lontano!

Share


Giornalista, esperto in comunicazione, formatore HR - fondatore ed editore di yourenterprise.net

Condividi questo articolo

Articoli Correlati

Leave a Reply

© 2017 Mario Massarotti – Blog. All rights reserved. Site Admin · Entries RSS · Comments RSS
Powered by WordPress · Designed by Theme Junkie