Costruire la propria personalità: raggiungere obiettivi con fiducia

Per essere migliori occorre sempre compiere un’autoanalisi sugli aspetti caratteriali

Se non ancora vi siete chiesti quali lati caratteriali dovreste perfezionare per preparare la personalità giusta e quindi intraprendere con convinzione un progetto imprenditoriale, è ora che iniziate a rifletterci su.

Esistono delle parole chiave, inerenti il vostro “modo di essere”, che analizzeremo insieme e potranno assumere il ruolo di riferimenti con i quali confrontarvi e su cui basare le nuove azioni che vi interessano.

Invitiamo quindi a prestare attenzione alla seguente lista la cui formulazione deriva dall’esperienza generale di coloro che nella propria vita hanno ottenuto risultati.

Fiducia in se stessi

Siate consapevoli del vostro potenziale di formulazione di innovazione e soluzioni, sia pur piccole. Si dice che le persone generano la realtà “due volte”: la prima nella mente e la seconda fuori dalla mente

Ordine

Focalizzate, vedete chiaramente ciò che vorreste compiere con un ordine ben preciso delle idee, senza la confusione e la vaghezza tipiche dell’insicurezza. Sentire profondamente uno scopo, essere attratti dal magnete dell’obiettivo dovrebbero essere i vostri nuovi comandamenti.

Determinazione

Sviluppare poche cose ma portarle a termine. Concentratevi su di esse e allargate a mano a mano sia il progetto che il suo raggio d’azione. Per raggiungere i vostri obiettivi prestate sempre attenzione alle fasi finali, siate capaci di disegnarvele nella mente in modo appagante. Quando sentite di averle in mano, concludete e ripartite immediatamente con gli altri.

Riferimenti esperienziali

Vivete situazioni sempre nuove di apprendimento e di confronto. Luoghi, realtà, culture, persone, teorie, esperienze contribuiscono ad arricchire il vostro bagaglio di idee e se ne fate tesoro “rischierete” davvero di progettare qualcosa di originale!

La fiducia nello “sbaglio”

Uno dei più grandi fallimenti delle persone è pensare di essere infallibili e magari le migliori. Immaginate che mondo sarebbe se lo pensassimo tutti! Ogni tentativo di differenziarsi e di emergere contiene variabili prevedibili o meno che determinano il rischio di fallimento. Accettarlo fino in fondo è un ottimo vantaggio competitivo per ripartire da qualche altra parte. Ogni volta che vivete un’esperienza nuova non dimenticate che il vostro successo dipende anche dalla capacità di sopportare gli scarsi risultati.

Umiltà

Se nutrite i vostri intenti con la disponibilità ad apprendere, a riconoscere le vostre ingenuità, a mettervi nei panni degli altri, a vivere il presente con creatività riuscirete a fornire ogni giorno il valore aggiunto che darà forza al vostro progetto. Stiamo parlando di un approccio “intelligente”, che non porterà mai le conseguenze nefaste dell’arroganza e dell’egoismo.

Coraggio

Adottare coraggio in tutto ciò che si fa, avrete a che fare soprattutto con le persone e bisogna affrontarle senza timori. Siate capaci di “buttarvi”, proporvi, dare forza a vostre convinzioni, a ribellarvi a ciò che non vi soddisfa. Il coraggio e direi un pizzico di “aggressività” nella vita sono necessari per abbattere piccoli e grandi ostacoli. Tenete presente che molti di questi esistono soltanto nella nostra mente.

Concretezza

è molto facile essere vaghi e astratti, spesso ci si disperde in mille rivoli senza imboccare una strada certa e definita. Capire il fine da assegnare alle proprie abilità e come questa può diventare scambio economico. Scriverlo su carta e tracciare un percorso strategico. Agire subito. E agendo verranno fuori altre idee e intuizioni molto utili.

Socialità

Non soffocare la tendenza umana alla convivenza sociale. Da soli si può fare molto ma non tutto. Pensare sempre che da qualche parte c’è almeno una persona disposta a condividere il vostro intento, ad aiutarvi, a sposare la vostra nobile causa e a condurla insieme a voi. Naturalmente sappiate scegliere i partner in base a: etica, serietà e competenza specifica nel settore su cui desiderate operare.

Valore

Fate dipendere la strutturazione di ogni iniziativa che mettete in campo da una doppia causa: la prima è relativa al benessere della collettività, la seconda è quella della vostra gratificazione. Se manca la componente “servizio reso al prossimo” non sarete sufficientemente motivati per andare lontani.

Share

Share this post