Come gestire con successo un’attività di ristorazione

Le statistiche parlano chiaro, il 60% dei nuovi ristoranti fallisce dopo il primo anno e l’80% chiude prima del quinto anno di attività. Eppure, la ristorazione risulta essere uno dei settori maggiormente preferiti da chi intende investire per un business remunerativo. Per evitare rischi di crollo degli affari, ecco alcuni consigli pratici che potrebbero salvaguardare la tua nuova impresa:

 

1. Possedere un piano solido

Studia un piano efficace. E’ importante che tu abbia una visione chiara di ciò che desideri e dei passi che farai per ottenere risultati soddisfacenti. Poniti alcune domande importanti:

  • il prodotto o i prodotti sono originali e come si presentano? Quali bisogni soddisfano?
  • quanta concorrenza devono sostenere?
  • il nome del tuo ristorante è unico e facile da ricordare?
  • logo e design del punto vendita risultano efficaci sul piano del marketing di successo?
  • qual è la zona ove sarà presente l’installazione?
  • qual è il target dei clienti: giovani, studenti, lavoratori, donne, bambini, anziani ecc.?

 

2. Trova le persone giuste per mettere in atto il tuo piano

Ora che hai impostato un piano per il tuo ristorante, è tempo di metterlo in pratica. La fiducia è un fattore estremamente importante per il successo di un’azienda. Qualsiasi imprenditore pertanto deve prestare attenzione nell’assumere persone in grado di gestire la propria attività. Un modo per attirare buoni dipendenti è offrire opportunità per la loro crescita e ciò avviene fornendo formazione per la loro specializzazione al fine per esempio di migliorare le loro skills manageriali o le relazioni con i clienti.

 

3. Fai un po’ di “rumore”

Il marketing che funziona è ciò che introduce il tuo ristorante nell’attenzione delle persone, suscitando il loro interesse. I potenziali clienti devono poter pensare e condividere questo pensiero: “Sai che c’è, sperimentiamo quel locale il prossimo fine settimana!”. La giusta combinazione e l’uso efficace dei canali di marketing disponibili attireranno sicuramente i clienti nel tuo ristorante. È bene prendere atto che la promozione deve essere continuativa, anche quando l’attività va bene, con adeguate comunicazione, iniziative, idee e fidelizzazione. Continua a far “rumore”!

 

4. Incoraggiare il feedback

Gestire un ristorante è come intrattenere una conversazione con la tua clientela. Se continui a parlare e ti rifiuti di ascoltare, andrà bene fin quando i clienti non andranno via perché soffrono della mancata soddisfazione dei loro bisogni e delle loro aspettative che sono innanzitutto di tipo emotivo. Per evitare che ciò accada, incoraggia i tuoi clienti a restituirti feedback su come puoi servirli meglio. Magari, vorrebbero richiedere un altro elemento da includere nel tuo menu. Forse, vorrebbero segnalare alcune lacune nel servizio che non hai mai scoperto o non riesci a vedere. Una volta che i tuoi clienti sanno che li stai ascoltando, saranno fedeli a lungo perché sanno che stai migliorando continuamente il tuo business per soddisfare le loro esigenze.

 

5. Cura tutti gli aspetti come fosse casa tua

Normalmente se invitiamo parenti o amici cari a casa per organizzare una cena in allegria, facciamo il possibile perché si sentano a proprio agio e si stia bene insieme. Certamente, oltre alla spesa, avrai pensato bene di non far mancare carta o sapone in bagno, pulire e igienizzare i sanitari, riscaldare l’ambiente, giusto per citare solo alcune delle azioni più importanti. Eppure, paradossalmente sono preoccupazioni assai poco rispettate in molti locali. Potrebbero verificarsi infatti le seguenti anomalìe:

  • puntualmente manca la carta in bagno;
  • cattive condizioni igieniche dei sanitari;
  • personale scortese alle richieste dei clienti;
  • lentezza nel servizio.

Le conseguenze risultano catastrofiche e in questo caso non c’è buon cibo che tenga!

 

Ci sono tanti modi per gestire con successo un’attività di ristorazione, ma niente batte l’amore che tu senti per il tuo lavoro. Quando lo fai, ti impegnerai sempre per essere il migliore. Infine, non smettere mai di provare. Anche se il tuo primo ristorante fallisce, il prossimo potrebbe avere successo!

Share

Share this post