10 passi per far crescere i leader nella tua azienda

LeaderPensate che di leader ce n’è uno e come lui non c’è nessuno? Nell’ottica di una moderna (ed efficace) gestione aziendale, è un concetto inesatto perché le funzioni aziendali sono diversificate e occorrono persone responsabili e responsabilizzate a portarle a compimento.

Capi di altissima qualità aumentano di 13 volte la probabilità di vincere la concorrenza sul piano della performance finanziaria, la qualità dei prodotti, l’impegno dei dipendenti e la soddisfazione del cliente finale. Vediamo quali sono i 10 punti cardine che ti aiutano a sviluppare la leadership individuale dei dipendenti all’interno del tuo business con pochi margini di sbagliare mossa.

1. Big data
Un tempo, non molto remoto in verità, l’attitudine di un candidato a ricoprire il ruolo richiesto in azienda veniva valutata attraverso appositi test sia psichici che fisici. Attualmente esistono procedure scientificamente avanzate per capire non soltanto se una persona è adatta o meno per un compito, ma anche come renderla un leader. A tal proposito il Big data è un metodo di analisi di grandi insiemi di informazioni per rivelare i rapporti, le dipendenze ed effettuare previsioni di risultati e comportamenti. Un esempio su tutti è il metodo dell’Enneagramma 

2. Sviluppare leader tempestivamente
Lo sviluppo della leadership deve avvenire il più presto possibile valutando e analizzando i punti di forza dei potenziali futuri leader. Ma chiediamoci: è semplice individuare leader potenziali? Il 70% dei candidati alla FedEx non appena comprende il fine ultimo della loro collocazione, e cioè che devono tirar fuori doti di leadership, rinunciano al programma di valutazione. Idealmente ogni leader dovrebbe individuare il suo successore all’interno dell’azienda, potrebbero essere coloro che vengono spesso indicati quali persone chiave per risolvere problemi. In azienda ci sono sempre dei punti di riferimento, anche se non hanno formazione o titoli per essere dei leader. Ma in mancanza di essi occorre ricercarli all’esterno, selezionarli e formarli.

3. Educare e formare i dipendenti
Un altro modo per sviluppare futuri leader è fornire costante istruzione e formazione necessaria per diventare capi di successo nell’organizzazione di riferimento. Potrebbe essere possibile spingendo i dipendenti a partecipare a webinar, conferenze o lezioni per aiutarli a perfezionare le loro capacità di leadership.

4. La chance della “sfida di se stessi”
Dare ai dipendenti la possibilità di misurarsi con se stessi. Assegnare loro compiti non familiari è un metodo efficace per testare i loro livelli di abilità. Sotto questo riguardo leggere questo interessante articolo del Wall Street Journal che vi illuminerà la mente fornendovi preziosi consigli. Anche se la persona dovesse fallire il compito assegnato, apprende in ogni caso dati nuovi, competenze, migliora la fiducia in se stesso e aumenta il proprio grado di impegno.

E’ utile verificare se il dipendente avverte che il compito è al di sopra del suo livello di abilità oppure se decide che farà ciò che serve per impararne una nuova.

5. Lascia che interagiscano con i leader attuali
Aziende come Southwest Airlines hanno trovato un modo efficace perché i dipendenti traggano da riferimenti di prima mano in un ruolo di leadership. In pratica essi sono a stretto contatto con leader di esperienza, inseriti appositamente nell’organizzazione, che li spingono a pensare e a comportarsi come loro.
Un mentoring, sia pure informale, e l’esposizione a dirigenti già affermati, aiutano ad ampliare le prospettive delle persone e a stimolare in loro la passione per il lavoro.

6. Insegna loro a “fare rete”
Herminia Ibarra e Mark Hunter sono due studiosi dell’Università di Harvard e hanno scoperto che i migliori manager aziendali sono quelli che sono stati in grado di individuare le migliori persone in grado di aiutarli a completare un compito o un progetto. E’ utile quindi incoraggiare i dipendenti a migliorare le proprie capacità di creare network attraverso la formazione o migliorando la comunicazione anche con i colleghi che non conoscono bene.

7. Cambiare ruoli a rotazione
Per molte aziende innovative, la rotazione della posizione dei dipendenti è diventato un ottimo modo per coinvolgere e motivare i diversi membri del team, che arricchiscono le proprie competenze ed estendono i propri confini.

8. Fornire supporto
Mentre sfidi i tuoi dipendenti incoraggiandoli ad uscire dalle rispettive zone di comfort, è anche necessario assicurarti che con l’assegnazione di nuovi compiti, beneficiano del giusto supporto. Ciò può essere svolto incoraggiandoli voi stessi, indirizzandoli verso le persone giuste da cui possono trarre aiuto, fornendo il giusto supporto e valutando il loro operato.

9. Ispira i dipendenti ad appassionarsi
I migliori capi inspirano gli altri a diventare leader in virtù della propria passione. Motiva i tuoi collaboratori a lavorare bene e a produrre risultati, genera un clima proficuo, lascia che esprimano la loro creatività e che lavorino anche su progetti collaterali, ed essi diventeranno i maggiori fattori di successo della tua attività.

10. Conferire loro un po’ di potere
I dipendenti devono disporre degli strumenti giusti e delle risorse per avere successo ma questo non vuol dire necessariamente “tener sempre la loro mano”.
Anzi, in certi casi potrebbe essere necessario assegnare un margine di autonomia decisionale in modo da decentrare il tuo potere e a implementare ciò che prende il nome di delega.

Condividi l'articolo nella tua pagina Social


Giornalista, esperto in comunicazione, formatore HR - fondatore ed editore di yourenterprise.net

Condividi questo articolo

Articoli Correlati

Leave a Reply

© 2017 Your Enterprise. All rights reserved. Site Admin · Entries RSS · Comments RSS
Powered by WordPress · Designed by Theme Junkie